La Basilica di San Pietro, facciata. Inchiostro su carta. La Basilica Costantiniana. Inchiostro su carta.
La Basilica di San Pietro
basilica
clicca per leggere l'articolo
Dedica: all'Apostolo Pietro
Costruito: c.320dc
Principali interventi: 1547, 1629
Reliquie: il corpo di San Pietro, la Lancia di Longino, Veil of Veronica, la Croce di San Andrea
Orientamento: 90° Est (equinozio)
L'evoluzione della figura di San Pietro, e della basilica a lui dedicata sul colle Vaticano, è strettamente collegata all'evoluzione del potere dei vescovi di Roma all'interno della chiesa cattolica. Quando Costantino fece costruire le prime basiliche, quella principale era la basilica di San Salvatore (ora San Giovanni in Laterano). Roma acquisì la preminenza dopo molte lotte e scismi, e il Papa romano non divenne il capo supremo della chiesa fino al periodo medievale. La principale giustificazione per la sua preminenza era la presenza di San Pietro a Roma, da cui tutti i Papi ereditavano l'autorità. Insieme al potere del Papa, crescevano la ricchezza e le dimensioni della basilica.
La piazza davanti alla basilica è stata progettata da Bernini come una dichiarazione dell'abbraccio della chiesa di tutto il creato. La forma della piazza, una sfera schiacciata, riproduce quello che era considerata la forma dell'Universo, circondato da una moltitudine di santi sopra il cornicione della colonnata, stelle che brillano dai confini della sfera celeste. Al centro si trova un obelisco egizio che rappresenta la terra, e due fontane stanno per il Sole e la Luna in orbita intorno alla terra.