mosaici dal soffitto dell'ambulatorio del Mausoleo di Costanza. Inchiostro su carta.
Mausoleo di Costanza
Mausoleo
clicca per leggere l'articolo
dedica: Santa Costanza (307/17-354dc)
costruito: c.350dc
sepolture: Costanza e sua sorella Elena (moglie dell'Imperatore Giuliano)
Altri articoli:
L'Arte del Riciclo
Il Mausoleo
Il cielo è generalmente considerato la destinazione dell'anima dopo la morte. Per gli antichi questo cielo era un'immensa sfera costellata di stelle. In imitazione della sfera celeste, i mausolei erano di forma circolare. Si crede che Costanza fosse figlia del primo Imperatore Cristiano, Costantino, secondo altri era la nipote. Il suo mausoleo rappresenta l'incrocio fra la società politeista e la nuova Roma Cristiana, la forma e le decorazioni sono classici, ma la fede cristiana di Costanza è dichiarata dal fatto che il mausoleo è parte integrale della basilica di Sant'Agnese.
I mosaici absidali
Le uniche immagini di tema chiaramente cristiano nelle decorazioni del mausoleo sono le due absidi laterali che raffigurano Dio Padre sul lato nord e Cristo a sud. Si crede che questi mosaici siano posteriori alla costruzione dell'edificio, ma comunque intorno al IV sec. dc. Il linguaggio visivo è ancora in evoluzione, con un Cristo biondo molto simile ad Ippocrate guaritore, Dio sembra Giove sul trono, ed i discepoli sembrano prestati direttamente dai sudditi di Costantino nei rilievi del suo arco.
Mosaici del soffito
I mosaici che coprono il soffito dell'ambulatorio del mausoleo fanno quassi sicuramente parte integrante dell'originale progetto dell'edificio. Non vi sono simboli riconoscibilmente cristiani e sembrano conformare ad uno stile abbastanza comune per una costruzione di questo tipo. L'interno dell'edifico circolare è diviso in dodici sezioni separate da colonne, ed il disegno del mosaico segue queste divisioni, suggerendo il cerchio celeste dello Zodiaco diviso nelle sue dodici costellazioni. Ci sono sei diversi disegni, ognuno ripetuto due volte, che mostrano immagini come uccelli, vigne, vasi, piccole figure blu e disegni geometriche.