I mosaici dell'arco trionfale della Basilica di San Paolo. Inchiostro su carta

La
porta
verso
l'Apocalisse

di Justin Bradshaw
L'abside di ogni chiesa forma un portale verso un universo parallelo, un luogo separato da noi nel tempo e nello spazio ma incarnato lì davanti ai fedeli. Inginocchiandoti sotto l'abside decorato da un mosaico medievale e portando lo sguardo in alto, sarai avvolto dal mondo del ritorno di Cristo, della discesa del paradiso sulla terra. Ti verrà offerta una visione di un altro mondo come se avessi spinto la testa attraverso uno specchio magico. Il portale che permette questa visione è l'abside, dal greco αψις (apsis), che in origine significa un arco. Questo arco, come tutti gli archi, permette di passare da un luogo ad un altro. Non bisogna vedere l'abside come un arco chiuso da una parte, il mosaico raffigura una realtà vivente oltre l'arco.

Il mondo oltre l'abside segue quasi alla lettera la descrizione del libro scritto da Giovanni da Patmos che descrive l'evento atteso da ogni cristiano, il cuore di ciò che significa essere cristiano. L'Apocalisse. Il Giorno del Giudizio sarebbe arrivato, Cristo sarebbe tornato per premiare i suoi fedeli e punire i nemici, e per purificare il mondo. Da duemila anni i cristiani sentivano che l'Apocalisse era vicina e reale quanto l'abside sopra le loro teste mentre prendevano la comunione.

fonti biblici delle figure in un mosaico absidale apocalittico. Inchiostro su carta